7 Febbraio 2024
Furti a Brescia: cascine nel mirino

Laura Facchetti: “La collaborazione con le forze  dell’ordine è strategica, l’attenzione nelle cascine sempre alta”

Furti di trattori nelle cascine bresciane, il 2024 è partito male. I ladri si sono concentrati nella zona ovest della provincia, nei comuni di Chiari, Roccafranca e Castelcovati rubando in soli 15 giorni, complice anche la nebbia, tre mezzi agricoli per un valore superiore ai  100.000 euro.

“La collaborazione con le forze dell’ordine è strategica – spiega Laura Facchetti Presidente di Coldiretti Brescia – si tratta di una problematica che Coldiretti denuncia da tempo e che sta mettendo a rischio l’attività degli agricoltori, fondamentale per il territorio anche perché, con l’arrivo della primavera inizieranno a pieno ritmo i lavori nei campi e aumenterà il rischio per i macchinari più importanti”.

Senza sistemi di sicurezza o di blocco a bordo – conclude l’Osservatorio Agromafie di Coldiretti – i ladri salgono direttamente sul mezzo e spariscono alla guida del trattore, altrimenti la macchina agricola viene agganciata e trainata lontano oppure direttamente caricata sui camion e fatta sparire. Ai trattori viene modificato il numero di telaio, sono reimmatricolati e caricati su tir generalmente destinati ai mercati dell’Est europeo o imbarcati su traghetti con destinazione Russia, Africa o Medio Oriente. In altri casi i mezzi vengono smantellati ed i pezzi sono venduti come ricambi un po’ ovunque, anche in Italia.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi