29 Marzo 2023
Cibo sintetico, stop salva 14 miliardi produzioni lombarde

Coldiretti Brescia: “Bene Ddl Governo contro pericolosa deriva”

Lo stop al cibo sintetico deciso dal Governo e fortemente voluto da Coldiretti, salva gli oltre 14 miliardi di valore delle produzioni agroalimentari lombarde. È quanto afferma Coldiretti Brescia nell’esprimere soddisfazione per l’approvazione al Consiglio dei Ministri del Disegno di legge “Disposizioni in materia di divieto di produzione e di immissione sul mercato di alimenti e mangimi sintetici”. Un provvedimento sostenuto anche dalla petizione contro il cibo sintetico promossa da Coldiretti che ha raccolto, nella sola provincia di Brescia, oltre 6000 firme.

“Ringraziamo il Governo – commenta Valter Giacomelli Presidente di Coldiretti Brescia – per avere accolto il nostro appello a fermare una pericolosa deriva che mette a rischio il futuro della cultura alimentare bresciana, lombarda e nazionale, delle campagne e dei pascoli e dell’intera filiera del cibo made in Italy che complessivamente vale 580 miliardi di euro, con il cibo che è diventato la prima ricchezza dell’Italia nonostante le difficoltà generate dalla pandemia e dalla guerra in Ucraina”.

La scelta dell’esecutivo – sottolinea Coldiretti – va incontro alla forte opposizione manifestata dei cittadini ai cibi artificiali, bocciati senza appelli dall’84% degli italiani secondo l’indagine Coldiretti/Censis, con un no preponderante per classi di età, titolo di studio, genere, area territoriale di residenza, livello di reddito. Una contrarietà evidenziata anche dal mezzo milione di firme che sono già state raccolte in tutto il Paese nell’ambito dell’iniziativa di Coldiretti, Campagna Amica, World Farmers Markets Coalition, World Farmers Organization, Farm Europe e Filiera Italia.

Dopo l’autorizzazione per il consumo umano concessa dall’autorità alimentare americana Fda ai filetti di “pollo” creati in laboratorio dalla Upside Foods, azienda statunitense finanziata da big della finanza mondiale come Bill Gates, Richard Branson e il fratello di Elon Musk – denuncia Coldiretti -, il rischio è una diffusione anche nell’Unione Europea dove già quest’anno potrebbero essere introdotte le prime richieste di autorizzazione all’immissione in commercio che coinvolgono Efsa e Commissione Ue. Ma non c’è solo la bistecca in provetta. Infatti – evidenzia Coldiretti – la società Remilk vuole aprire una fabbrica chimica in Danimarca per la produzione di latte sintetico realizzato in laboratorio senza mucche. Il “prodotto” della start up israeliana usa il gene responsabile della produzione delle proteine del latte nelle mucche, lo mette in coltura dentro un lievito che viene poi inserito nei fermentatori, dove si moltiplica rapidamente e produce proteine del latte che vengono poi combinate con vitamine

Convegno cibo sintetico Lonato

CONVEGNO "FRANKENSTEIN NEL PIATTO? IL CIBO SINTETICO LA NUOVA MINACCIA"

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi