3 Febbraio 2011
AL VIA L’ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI AGRICOLI.

Prandini (Coldiretti): «Un modo concreto per semplificare gli adempimenti a carico delle imprese agricole»

Brescia 3 febbraio 2011 - Coldiretti Brescia, con la firma del Presidente Ettore Prandini, ha sottoscritto oggi il II° Accordo di Programma con l’assessorato all’Ambiente della Provincia di Brescia. Obiettivi, la semplificazione dell’operatività e l’azzeramento degli oneri burocratici del nuovo sistema SISTRI (Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti) sulla traccia del percorso già avviato con il I° accordo provinciale stipulato nel 2006.

Quest’ultimo accordo – interviene il presidente Prandini – «presenta anche l’intento di predisporre circuiti organizzati di raccolta con gestori del servizio pubblico o con altri soggetti privati onde garantire la corretta gestione e la tracciabilità dei rifiuti agricoli, una maggiore tutela ambientale semplificando al contempo gli adempimenti a carico dei produttori agricoli e favorendo l’efficacia dei controlli da parte dell’Autorità competente».

Il 13 gennaio 2010 era stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 17 dicembre 2009 recante l’istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti “SISTRI”, che, «seppur condivisibile al fine di favorire maggiore trasparenza sul flusso dei rifiuti nella nazione – continua Ettore Prandini - risulta eccessivamente complesso e costoso per le imprese agricole. Il DM di fatto ha annullato le semplificazioni amministrative, e paradossalmente ha maggiorato la burocratizzazione e i costi per le imprese.

«La sottoscrizione del nuovo accordo di programma – conclude il presidente – dovrebbe garantire la semplificazione degli oneri burocratici in capo alle imprese agricole e il contenimento dei costi del servizio di gestione dei rifiuti agricoli, nonché un adeguato servizio di raccolta dei rifiuti speciali onde evitare ogni possibile forma di gestione scorretta. L’accordo avrà altresì la funzione di incentivare le aziende alla raccolta differenziata, al riutilizzo, al riciclaggio, al recupero e alla corretta gestione dei rifiuti agricoli».

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi